Show Panel


Articolo SuccessivoIncentivo trasferimento d'azienda ai giovani

Print Friendly and PDFPrintPrint Friendly and PDFPDF
lug292014

Sistemare i disastri del passato ed accertare le responsabilità


Il M5S è Oltre. E lo stiamo dimostrando.
Oltre le logiche di spartizione dei partiti che sostenevano le varie Amministrazioni.
Oltre gli interessi dei singoli consiglieri che, spostandosi in un baleno da destra a sinistra e viceversa, sono soliti rendere conto esclusivamente al proprio bacino di voti. Chi ci sostiene ed ha sostenuto sa bene che agiamo esclusivamente secondo il principio di Comunità.
Oltre i tristi tentativi della minoranza, che dovendo coprire la totale sterilità ed inefficacia in merito alle proposte di delibera ad oggi, dopo oltre un anno, zero proposte portate in Commissione, tenta spesso in maniera arrogante di sminuire ed impedire le azioni dell’Amministrazione, anche diffondendo comunicati stampa che si commentano da soli e non hanno bisogno di replica, soprattutto per chi è solito seguire i Consigli Comunali.

Ci riferiamo, ad esempio, al riscatto del diritto di superficie delle aree P.E.E.P. zona 167 – piani di zona G-H-D-A. Ex Amministratori, riciclatisi in Associazioni, tentando disperatamente di nascondere le loro malefatte cercando una nuova verginità, si sono fatti solo ora paladini delle istanze dei cittadini trovando sponda in consiglieri comunali che arrivano a bloccare i lavori consiliari solo per recuperare una credibilità ormai perduta a causa delle azioni passate. Azioni che non possono e non devono essere dimenticate.
Lo avevamo detto in Consiglio Comunale e così è stato. Con
la Delibera di Giunta del 22/07 l’Amministrazione ha compiuto un altro importante passo verso i cittadini. Sono oltre tremila le famiglie interessate al riscatto del diritto di superficie delle aree P.E.E.P. Con questa delibera, si stabilisce il valore venale del diritto di superficie in 190,34€/mq, rispetto ai 219,34€/mq previsti nella precedente delibera del 2012. Per il calcolo effettivo dei costi di riscatto per ogni appartamento, come previsto dalla L.448/98, va applicata un’ulteriore riduzione del 40% sul totale più il corrispettivo di quanto già versato dalle cooperative al momento della stipula della concessione.
A rendere ulteriormente molto meno pesante l’onere a carico delle famiglie che intendono trasformare il diritto di superficie in diritto di proprietà, l’amministrazione comunale ha stabilito ulteriori detrazioni che si sommano a quelle già dette:
- riduzione del 50% per coloro che presenteranno la domanda entro il 30/11/2014 e che provvederanno al pagamento entro il 31/12/2014;
- riduzione del 40% per coloro che presenteranno la domanda entro il 30/03/2015 e che provvederanno al pagamento entro il 30/04/2015;
- riduzione del 30% per coloro che presenteranno la domanda entro il 31/07/2015 e che provvederanno al pagamento entro il 15/09/2015.

Questa azione, oltre che garantire maggiori certezze per il futuro alle famiglie interessate, darà nuovo impulso al mercato immobiliare per un migliore e più proficuo utilizzo delle risorse abitative già presenti nella nostra Città.Viene posta così la parola fine ad un’altra spinosa vicenda su cui avvoltoi della vecchia politica aleggiavano esclusivamente per cercare consensi, tentando di screditare l’Amministrazione accusandola di immobilismo e promettendo, come sempre, soluzioni ad incresciose situazioni da loro stessi create.

Sempre durante i Consigli Comunali avevamo chiarito a più riprese di voler indirizzare in modo completamente diverso l’azione amministrativa al fine di prevenire la corruzione, favorire la trasparenza, l’onestà,l’integrità morale e promuovere le azioni verso chi ha procurato danni alla collettività negli anni scorsi. Ieri la Giunta ha emesso Atto di indirizzo per azione di responsabilità e danno erariale relativamente alle passate Amministrazioni, dando mandato ai Settori Avvocatura e Affari generali – Risorse Umane di avviare un’azione di responsabilità per danno erariale alla Procura regionale della Corte dei Conti. Vogliamo che siano individuati le responsabilità del danno erariale, circa 9 milioni di euro, riscontrato dalla Ragioneria generale dello Stato. Danno a cui vanno sommati altri 20 milioni di euro circa relativamente alla illegittima stabilizzazione del personale precario e l’illegittimo ricorso ad assunzioni di personale a tempo determinato.

Non abbiamo mai detto di essere perfetti. Non abbiamo mai promesso di risolvere problemi personali. E soprattutto non abbiamo mai detto di poter fare tutto e subito.
Continuiamo, un passo alla volta, a sistemare i disastri del passato ed a mettere in atto delibere ed atti che garantiscano un presente vivibile ed un futuro di città virtuosa.

Suggerimento   Questo articolo è pubblicato dal sito http://www.pomezia5stelle.it

Suggerimento   Se hai trovato interessante questo articolo e vuoi seguire le pubblicazioni del sito http://www.pomezia5stelle.it ti consigliamo di iscriverti a questo feed R S S

tagcloud.tagcloud
  A Pomezia.it 2001 - 2014 Note Legali
             powered by dBlog CMS ® e Snitz Forums ® Open Source  Torna suTorna su